skip to Main Content

26° Premio Faenza 1968

XXVI Concorso Internazionale della Ceramica d'Arte.

Il 26° Concorso Internazionale per la ceramica d’arte, caratterizzato da una severa selezione dei concorrenti in base ad un meditato confronto delle opere presentate, fu bandito dall’ Amministrazione comunale e organizzato da un Comitato tecnico facente capo per sede al Palazzo Municipale. Potevano concorrere artisti e ceramisti, singoli o associati, manifatture e scuole di ogni nazione, presentando cinque elaborati oppure un’unica opera che per impegno e mole fosse sufficiente a qualificare la personalità dell’artista. Nel primo caso, la presentazione di un numero superiore o inferiore a cinque, avrebbe comportato l’esclusione dal Concorso. Era stabilito che non potesse essere assegnato nessun premio al concorrente che, per effetto della selezione della giuria, fosse risultato ammesso con meno di tre opere, fatto salvo il principio sopradescritto. Le opere potevano essere eseguite con qualsiasi tecnica, con l’esclusione delle terrecotte senza rivestimento e le decorazioni a freddo e con smalti sintetici. Le opere non dovevano essere state presentate ad altre mostre.

Il Concorso era suddiviso in tre sezioni: Opere d’arte realizzate da ceramisti singoli o in equipe (che concorrevano al “Premio Faenza”); Prodotti di Disegno Industriale Ceramico; Elaborati di allievi di Istituti d’Arte e Scuole d’Arte.

La sezione “Opere d’arte realizzate da ceramisti singoli o in equipe” della manifestazione, era dotata di premi per 5.050.000 lire, oltre a quelli onorifici. Tre le categorie dei premi: Premi internazionali; Premi nazionali (“Ministero Industria Commercio e Artigianato”, “Ente Mostra internazionale dell’artigianato – Firenze”, “Ente Nazionale Artigianato e Piccole Industrie – E.N.A.P.I.” e “Premio Giorgio Ugolini”); Premi d’Onore (“Medaglia d’oro ‘Città di Faenza'”, “Medaglia d’oro della Confederazione Libere Associazioni Artigiane italiane”, “Medaglia d’oro della Banca di Credito Romagnolo di Faenza”, e “Medaglia d’oro del ‘Concorso Internazionale della Ceramica'”).

La scelta delle opere d’arte, che concorsero al Premio Faenza, fu effettuata tra il 29 e il 31 maggio 1968 da una giuria internazionale, composta di esperti nel campo dell’arte, della ceramica e della cultura, mentre la premiazione delle opere si svolse il 23  giugno. La giuria aveva la possibilità di osservare e valutare tutte le opere dal vivo, poiché ogni artista doveva spedire i propri lavori presso la sede del Comitato a Faenza, allegando alle opere il proprio curriculum. Furono ammesse alla selezione di secondo grado 935 opere presentate da 275 artisti provenienti da 29 nazioni (Argentina, Austrialia, Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Cecoslovacchia, Danimarca, Finlandia, Francia, Giappone, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Israele, Italia, Jugoslavia, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica di Cina, Repubblica Federale Tedesca, Romania,  Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria, USA) su 1.571 opere presentate da 354 concorrenti.

La Giuria al termine della selezione  si compiacque per il numero elevato dei partecipanti e per il livello tecnico e artistico delle opere presentate e rilevò “…che la rigida selezione operata – secondo le tradizioni di questo concorso – costituisce una affermazione per gli artisti ammessi, provenienti da 29 nazioni“.

Un opera di ogni artista premiato, scelta dal Comitato promotore, è rimasta di proprietà della città di Faenza e depositata presso il MIC, eccetto i seguenti premi-acquisto: “Giorgio Ugolini”, “Ente mostra Internazionale dell’artigianato” di Firenze e “Lions Club – Faenza” che vennnero ritirati dai promotori del premio.

La cerimonia di premiazione si è svolta domenica 23 giugno, in concomitanza con l’apertura della mostra, e fu preceduta dalla consegna del “Premio Europa” per il 1968, conferito dall’Assemblea Consultiva del Consiglio d’Europa, alla Città di Faenza e il conferimento al prof. Giuseppe Liverani, Direttore del Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, della “Medaglia d’Oro al Merito” del Ministero della Pubblica Istruzione. Le opere  del Concorso sono rimaste esposte presso il Palazzo delle Esposizioni dal 23 giugno al 15 settembre 1968.

 

Catalogo del concorso: pagine introduttive e traduzioni

Edition Year: 1968

Subscriptions

Start Subscriptions: 1968-01-02

End Subscriptions: 1968-05-15

Selections

Start Selections: 1968-05-29

End Selections: 1968-05-31

Awards

Start Awards: 1968-06-23

End Awards: 1968-06-23

Back To Top