skip to Main Content

I singoli box presentano sintetiche descrizioni dei premi assegnati nelle diverse edizioni del Concorso con in testa il principale di essi, il Premio Faenza.
Cliccando sulla denominazione del premio si visualizzano le opere vincitrici e gli artisti a cui è stato assegnato quel premio per ciascuna edizione.
Dal 2005 la motivazione dell’assegnazione di un premio è indicata dalla giuria solo per i premi in denaro.

Premio Faenza
Il Premio Faenza, premio principale del Concorso, viene assegnato ininterrottamente dal 1938, eccetto negli anni della seconda guerra mondiale. Dapprima premio di ambito nazionale, dal 1963 è ampliato a quello internazionale, e dal 1989 assegnato con cadenza biennale. Dal 1955 il Monte di Credito su pegno e Cassa di Risparmio di Faenza, oggi Fondazione del Monte e Cassa di Risparmio Faenza, riconoscendo l'importanza della manifestazione faentina, la sostiene assicurando il premio in palio. Dall'edizione del 2013 il premio è stato sdoppiato in Premio Faenza over 40 e Premio Faenza under 40.
Premio Faenza OVER 40
A partire dal 2013 il concorso è stato suddiviso in due sezioni distinte riservate ad artisti di età inferiore o superiore ai 40 anni. A ciascuna sezione è stato attribuito un Premio Faenza.
Premio Faenza UNDER 40
A partire dal 2013 il concorso è stato suddiviso in due sezioni distinte riservate ad artisti di età inferiore o superiore ai 40 anni. A ciascuna sezione è stato attribuito un Premio Faenza.
Premio Cersaie
Il premio, assegnato dal 2011, è intitolato al salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredo bagno ed è finanziato da Edi.Cer. S.p.A., società di attività editoriale, promozione e servizi controllata da Confindustria Ceramica.
Premio in memoria di Eleuterio Ignazi
Il premio è stato istituito nel 1987 dalla famiglia in memoria di Eleuterio Ignazi (Faenza, 1910-1986), uomo di cultura, appassionato d’arte, fu a lungo presidente degli Amici dell'arte di Faenza. Il premio, inizialmente riservato ad un giovane ceramista faentino o ad un diplomato presso l’Istituto d’arte ceramica di Faenza, dal 1991 è destinato a giovani artisti, con limiti di età e tipologia di premio variati nelle diverse edizioni. Nel 1991 il premio non è stato assegnato ad alcun artista.
Premio della Presidenza della Repubblica
La Presidenza della Repubblica ha contribuito alla riuscita della manifestazione sostenendola ininterrottamente dal 1977 al 2013 con il suo patrocinio e assegnando un premio d’onore.
Premio d'onore della Presidenza del Senato della Repubblica italiana
La Presidenza del Senato sostiene la manifestazione ininterrottamente dal 1989 con l'assegnazione di un premio d’onore.
Premio d’onore della Presidenza della Camera dei Deputati della Repubblica italiana
La Presidenza della Camera dei Deputati sostiene la manifestazione ininterrottamente dal 1989 con l'assegnazione di un premio d’onore.
Premio della Regione Emilia-Romagna
La Regione Emilia-Romagna sin dalla sua istituzione partecipa attivamente alla rassegna faentina contribuendo continuativamente dal 1972, ad eccezione delle edizioni 1989 e 2001, con premi di tipologia variata nelle diverse edizioni.
Premio Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna
L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna dal 2003 partecipa attivamente alla rassegna faentina contribuendo con un premio onorifico.
Premio del Lions Club Faenza Host
Il Lions Club Faenza, diventato Faenza Host, nel 1991 riacquista il ruolo svolto fino alla fine degli anni Settanta e torna ad essere uno dei principali sponsor della manifestazione, mettendo in palio, da quell'anno, una medaglia d'oro. Dal 2011 il premio è costituito da una targa.
Premio del Rotary Club di Faenza
A partire dal 1977 il Club partecipa attivamente come sponsor della rassegna assegnando una medaglia d'oro. Dal 2011 il premio è costituito da una targa.
Premio Monica Biserni
Il premio è stato istituito nel 2007 in memoria dell’artista e ceramista ravennate Monica Biserni (1962–2005). Diplomata all'Istituto d'arte “G. Ballardini” di Faenza, proseguì gli studi all'Accademia di Belle arti di Bologna. Vincitrice nel 1982 del premio riservato ai giovani artisti nel 40° Concorso internazionale della ceramica di Faenza, associò all'attività artistica quella di insegnante. Numerose le mostre personali e collettive sia in Italia che all'estero (espose due volte in Giappone nel 1993 e nel 1997), intensa la sua attività di insegnante presso numerose Accademie di Belle arti, da ultimo quella di Brera dove nel 2001 le fu assegnata la cattedra di Anatomia artistica.
Premio in memoria di Valter Dal Pane
Il premio, riservato a nuovi talenti, è stato istituito nel 2013 in memoria di Valter Dal Pane (1967-2012), personaggio di spicco del territorio faentino, imprenditore e promotore di varie iniziative culturali.
Premio della rivista "D'A"
Il Premio, assegnato dal 2011 e riservato all’artista più giovane, è messo in palio da «D'A», la prima rivista italiana dedicata all’artigianato in tutte le sue forme e alle arti applicate decorative. La rivista, fondata nel giugno del 1990 e diretta da Giovanni Mirulla, è edita da EMIL Edizioni.
Premio acquisto Confindustria Ceramica
Confindustria Ceramica, associazione nazionale che rappresenta i produttori di piastrelle di ceramica, materiali refrattari e grès, ceramica sanitaria, porcellane e ceramiche per uso domestico, ornamentale e industriale, nell'edizione del 2007 e del 2009 ha sostenuto la manifestazione contribuendo con un premio del valore di euro 10.000,00.
Premio acquisto C.A.VI.RO.
C.A.VI.RO - Cooperative Associate Viticoltori Romagnoli, la principale cooperativa agricola italiana istituita a Faenza nel 1966, nell'edizione del 2005 ha sostenuto la manifestazione contribuendo con un premio del valore di euro 10.000,00.
Premio acquisto Assopiastrelle
Assopiastrelle, Associazione nazionale dei produttori di piastrelle di ceramica e di materiali refrattari, nell'edizione del 2005 ha sostenuto la manifestazione contribuendo con un premio del valore di euro 8.000,00.
Premio della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ravenna
La Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Ravenna ha partecipato attivamente alla rassegna faentina contribuendo con un premio in denaro alla riuscita della manifestazione dal 1952 al 1995. Nelle edizioni del 2003 e del 2005 è tornata a sostenere la manifestazione mettendo in palio una medaglia d’oro.
Medaglia d'oro con diploma dell'Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Caltagirone
L’Azienda autonoma di soggiorno e turismo di Caltagirone (Catania) nel 1997 mise in palio una medaglia d’oro per un’opera che avrebbe fatto parte del “Muro delle Meraviglie”, muro che cinge la Villa comunale della città che stava costruendo sotto la direzione artistica di Ugo La Pietra. All’artista vincitore del premio era offerta anche la possibilità di realizzare un’opera presso una bottega ceramica di Caltagirone, anch’essa poi da collocare nel muro.
Premio acquisto dell'Associazione Industriali della Provincia di Ravenna
L’Associazione Industriali della provincia di Ravenna, oggi riuniti sotto Confindustria Ravenna, ha contribuito alla manifestazione mettendo in palio per tre anni consecutivi, dal 1991 al 1995, un premio del valore di lire 5.000.000 per i primi due anni, di lire 6.000.000 per il terzo.
Premio acquisto della Confartigianato e della Confederazione Nazionale dell'Artigianato della Provincia di Ravenna
La Confederazione Nazionale Artigianato - CNA di Faenza passa il testimone alla Confederazione Nazionale dell’Artigianato della provincia di Ravenna che unitamente a Confartigianato, organizzazione che tutela i valori e gli interessi dell’imprenditorialità dell’artigianato e della piccola e media impresa, nelle edizioni del 1991 e del 1995 hanno messo in palio un premio del valore, rispettivamente, di lire 5.000.000 e 6.000.000.
Medaglia d' oro della Confederazione libere associazioni artigiane italiane di Milano
La Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane - CLAAI di Milano, associazione di patronato per piccoli imprenditori e artigiani istituita nel 1954, ha partecipato attivamente alla manifestazione mettendo in palio ininterrottamente una medaglia d’oro dal 1978 al 1995. Nelle edizioni 1985 e 1986 il premio è costituito da una targa.
Medaglia d'oro dell' Ascom - Associazione Commercianti e Servizi Faenza
L’Associazione del Commercio Turismo e Servizi – ASCOM di Faenza ha contribuito alla manifestazioni per tre edizioni, 1991-1995, mettendo in palio una medaglia d’oro.
Medaglia d'oro della Confesercenti di Faenza
La Confesercenti di Faenza, associazione di categoria che tutela gli interessi e promuove lo sviluppo delle piccole e medie imprese del commercio, del turismo e dei servizi nel 1995 ha sostenuto la manifestazione mettendo in palio una medaglia d’oro.
Medaglia d'oro del Credito Romagnolo di Faenza
Il Credito Romagnolo, istituto bancario fondato a Bologna nel 1896 da Giovanni Acquaderni come “Piccolo Credito Romagnolo”, è stata una banca di grande importanza per il territorio regionale. Modificata la denominazione in Credito romagnolo nel 1914, nel 1995 si è fusa, insieme a Carimonte, nella Rolo Banca. Il Credito Romagnolo di Faenza ha partecipato attivamente alla manifestazione faentina assegnando una medaglia d’oro dal 1967 al 1993, ad eccezione delle edizioni del 1970 e del 1989.
Medaglia d'oro Gianna Boschi
Il Premio fu istituito nel 1989 dalla famiglia in memoria della faentina Gianna Boschi (1913-1986). Pittrice e ceramista, dal 1958 insegnante presso l’Istituto d’arte per la ceramica di Faenza, dal 1967 ricoprì la cattedra di Disegno dal vero. Il Premio, bandito per due anni consecutivi, era destinato a un artista italiano. Nel primo anno prevedeva una limitazione di età a 26 anni.
Premio Centro culturale residenza per artisti "La Loggia" di Montefiridolfi
Il premio, assegnato nel 2000, fu istituito dall’ingegnere Giulio Baruffaldi (scomparso nel 2017), antiquario e appassionato d’arte, fondatore e presidente dagli anni Settanta del ‘900 del Centro Culturale “La Loggia” – Centro di Residenza per artisti di Monteridolfi (Firenze) per l’arte contemporanea. Il premio consisteva nell’ospitalità di due artisti presso l’agriturismo “La Loggia” che dovevano produrre un'opera destinata al Centro Culturale.
Premio acquisto dell'Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Ravenna
L’Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Ravenna, ha sostenuto la manifestazione mettendo in palio due premi nelle edizioni del 1987 e 1989 del valore, rispettivamente di lire 1.000.000 e 5.000.000.
Menzione d'onore - medaglia d'oro del Museo internazionale delle ceramiche di Faenza
Il premio è stato messo in palio per la prima volta dal MIC nel 2015 come riconoscimento dei risultati conseguiti da un artista nel proprio percorso creativo.
Menzione di merito
La Giuria, considerata l'originalità di un prodotto artistico in cui la ceramica trova inedite declinazioni, ha deciso di conferire all'opera una menzione di merito.
Premio acquisto della Concessionaria FIAT Minardi Giuseppe & Figlio di Faenza
Azienda storica faentina, fondata dalla famiglia Minardi nel 1913, sinonimo di FIAT per tutto il ‘900 nel territorio, nell'edizione del 1989 ha sostenuto la manifestazione contribuendo con un premio di lire 2.000.000.
Premio acquisto della Confederazione Nazionale Artigianato di Faenza
Nel 1989 la Confederazione Nazionale Artigianato - CNA di Faenza ha sostenuto la manifestazione mettendo in palio un premio del valore di lire 2.000.000.
Menzione d'onore della Provincia di Ravenna
Nel 2013 la Provincia di Ravenna ha contribuito alla manifestazione conferendo una menzione speciale.
WCC-Europe Award for Contemporary Crafts
In occasione della 50° edizione del “Premio Faenza" la Sezione Europea del World Crafts Council, Organizzazione ufficialmente associata all’UNESCO, ha deliberato di attribuire un importante riconoscimento, il “WCC-Europe Award for Contemporary Crafts", ad un ceramista selezionato da un’apposita giuria nel Concorso faentino.
Premio acquisto della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna
Nel 1993 la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna ha sostenuto la manifestazione mettendo in palio un premio acquisto del valore di lire 5.000.000.
Premio Banca Popolare di Faenza
La Banca Popolare di Faenza, fondata nel 1865 e assorbita nel 1996 da diverse realtà bancarie, sponsorizzò ininterrottamente un premio dal 1987 al 1970. Dal 1970 al 1980 il premio consisteva in una medaglia d’oro. Negli ultimi tre anni il premio era riservato ai giovani artisti.
Premio del Ministero dei Beni Culturali
Il premio istituito dal Ministero dei Beni Culturali fu assegnato dal 1978 al 1987; nel 1984 e nel 1985, anni nei quali il contributo venne meno, fu comunque intitolato un premio a questo Ministero per mantenere il prestigioso collegamento con l’Istituzione.
Premio dell' Amministrazione Provinciale di Ravenna
Il premio, istituito dall’Amministrazione Provinciale di Ravenna che fino al 1966 aveva sponsorizzato il premio “G. Ballardini”, fu assegnato senza interruzione dal 1967 al 1987.
Premio della CNA di Roma - Confederazione dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa
Dal 1987 al 1984 la Confederazione dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Roma fu promotrice dell’assegnazione di un premio in denaro.
Premio dell'Ente Provinciale per il Turismo di Ravenna
Il premio – acquisto fu assegnato senza interruzione dall’Ente Provinciale per il Turismo di Ravenna dal 1952 al 1986 e in qualche edizione anche a più di un artista. Dal 1952 al 1954 il premio fu destinato ad opere che avessero dimostrato una notevole fantasia creativa; per i successivi vent'anni, dal 1955 al 1976, fu riservato ad opere a carattere e decorazione plastica. Dal 1977 non gli fu più assegnata una specifica destinazione, ad eccezione del 1981 che fu destinato a giovani artisti.
Targa del Concorso internazionale della Ceramica di Faenza
Il premio, assegnato ininterrottamente dal 1965 al 1987, sotto forma di medaglia d'oro sino al 1979, era un riconoscimento per quegli artisti, che pur non risultando vincitori, a parere della giuria erano meritevoli di un riconoscimento. Fino al 1971 è stato assegnato ad artisti in numero pari a quello dei giurati e che concorrevano per Paesi che non avevano ricevuto alcun premio durante la manifestazione.
Targa della Regione Emilia-Romagna
La Regione Emilia Romagna dal 1977 al 1987 affiancò al Premio principale, assegnato ininterrottamente dal 1972, anche una targa onorifica.
Back To Top